Calciomercato, 3 modelli di articoli giornalistici pronti per l’uso

Cari giornalisti sportivi, cari redattori pagati a parole, cari stagisti costretti a lavorare gratis, l’estate è un periodo convulso per il , lo sapete e lo sappiamo bene tutti.
Terminati i campionati e le coppe e in assenza di Europei e Mondiali, il racconto quotidiano del calcio subisce una battuta da arresto. E adesso, cosa raccontiamo? Ma come, c’è il calciomercato!

Già dalle prime ore che seguono la stagione ufficiale, ecco che il gran circo si rimette in moto, sempre uguale a se stesso: via ai grandi proclami, annunci di scambi clamorosi, retroscena insospettabili, la rivelazione delle mezza verità.
Del resto ci sono da occupare intere pagine di giornali e macinare pagine viste dalla metà di giugno alla fine d’agosto. Più di 70 giorni di nulla.

Tutti, nessuno escluso, la mattina si svegliano con un solo obiettivo: trovare una notizia, una qualunque, e vestirla da scoop dell’estate.
Va bene qualsiasi cosa: basta anche un voce non confermata, un “sentito dire” da piazza di paese. L’importante è scrivere un articolo, una maledetta cartella che giustifichi il proprio lavoro. Poi domani si vedrà.

E allora mi è venuta voglia di fare un regalo a questi piccoli martiri laici di un fatto di quantità e di gare a chi la spara più grossa.

Ecco 3 articoli già pronti, agili per il web ma adatti anche alla carta, pronti per ogni evenienza da copiare-incollare per fare felice il proprio caporedattore.
Basta solo cambiare quelle due o tre variabili e il gioco è fatto: l’articolo-tipo per il calciomercato è servito! Facile, eh?

TEMPLATE 1: I Rumors

Titolo: [Nome squadra], idea [nome giocatore]. C’è il sì, ora si tratta

calciomercato-rumorsSe ne parlava da tempo, e ora all’orizzonte si sta delineando una trattativa completa. Ormai non ci sono più dubbi: [nome squadra] ha confermato il suo interesse per [nome giocatore]. Dopo mesi di smentite [nome dirigente], [carica dirigente], ha fugato ogni dubbio: «E’ vero, è un giocatore che ci interessa, ma per ora non c’è nulla di concreto. Ora aspettiamo e vediamo cosa succede. Nei giorni scorsi ci siamo incontrati con [nome allenatore] e abbiamo definito nel dettaglio gli obiettivi della prossima stagione».

Insomma, [nome squadra] sembra aver le idee chiare e il profilo di [nome giocatore] sembra il profilo adatto per [la difesa / il centrocampo / l’attacco] della nuova formazione che in queste settimane si sta configurando della mente di [nome allenatore].
Certo, un innesto con le sue caratteristiche dovrà per forza modificare lo storico [4-4-2/3-5-2/4-2-3-1/ecc] che da sempre è stato il marchio di fabbrica dell’allenatore [inserire regione/città d’origine del mister], ma per un acquisto di questo calibrio, l’ossatura della squadra potrà subire qualche lieve modifica con l’obiettivo di esaltare al massimo le caratteristiche del giocatore [inserire Paese d’origine del giocatore].

Alle parole di [nome dirigente], seguono quelle ben più convinte del [nome presidente della società] che, a sentire voci a lui vicinissime, si sta pregustando la prossima stagione. Non è infatti mistero che [nome giocatore] è da sempre uno dei preferiti del patron, già da tempi non sospetti, quando era ancora un semplice tifoso e non ancora deciso di scendere in campo in prima linea acquistando la società.

[Nome squadra], se dovesse concludere l’operazione,  si candida a pieno titolo per un posto almeno tra le prime tre squadre della [nome campionato]. Non ci sono più alibi, [nome giocatore] arriverà in una formazione volenterosa di dimostrare tutto il suo valore. Staremo a vedere se [il difensore/il centrocampista/l’attaccante] sarà in grado di ripagare l’investimento con prestazioni di livello.

TEMPLATE 2: Il ritiro estivo

Titolo: Caldo, fatica e primi calci. Ecco l’estate del [nome squadra]

ritiro-estivoIl sole è alto nel cielo e nemmeno a [località sede del ritiro] il caldo dà tregua, nonostante i [inserire altitudine] metri. Mister [cognome allenatore] ha optato per un calendario dai ritmi serrati, con una programmazione che prevede fino a [numero allenamenti settimanali]. Una preparazione tutta basata su [forza fisica / agilità / resistenza / ritmo], con brevissime pause tra un’attività all’altra. Del resto, il tecnico [inserire origine dell’allenatore] non ha mai fatto mistero di ispirarsi alla metodologia di allenamento imparata durante i suoi trascorsi [in Inghilterra / in Francia / in Germania / ecc].

La squadra, almeno dalle prime battute, sembra reagire bene agli stimoli anche se i carichi di lavoro sono ancora importanti. La rosa è al completo, ma alcuni giocatori stanno aspettando le chiamate dei loro agenti. [Nome giocatore 1] sa di non rientrare nei piani del tecnico e le sirene [Tedesche / Spagnole / Francesi / Inglesi] si fanno sentire con insistenza. E’ proprio di questa mattina la dichirazione del suo agente che non ha negato l’interesse del [squadra che vuole acquistare giocatore 1]: «[Nome giocatore 1] è un giocatore del [nome squadra attuale] e ha un contratto che vuole onorare, ma non sappiamo quello che potrà succedere da qui a fine del mercato, manca ancora tanto».

Intanto, dopo la prima amichevole con la rappresentativa locale del [inserire nome rappresentativa locale], vinta 5-0 per gli uomini di [nome presidente società], sono emerse le prime indicazioni utili per mister [nome allenatore]. [Nome giocatore] e [nome giocatore] sembrano mostrare un certo affiatamento nel gestire la linea difensiva. Le sviste delle retroguardia che più volte hanno segnato le debable del [nome squadra] sembrano essere un lontano ricordo. Diverso discorso per il centrocampo: qui l’ingranaggio va oliato ancora un po’. Il giovane [nome giocatore] deve ancora orientarsi: il suo ruolo sarà quello di dare i tempi alla linea mediana, ma sembra ancora legato ai ritmi più blandi e meno strutturati delle giovanili.

La prova, con le dovute tare, ha confermato l’istinto per il gol di [nome giocatore], alla seconda stagione con questa maglia. L’entusiasmo dei circa [numero tifosi] sugli spalti per il bomber [paese di origine del giocatore] non si è fatto mancare e lui ha ricambiato con una doppietta che fa ben sperare.

Ma tutti aspettavano l’ingresso di [nome giocatore] entrato a far parte della rosa dove un’estenuante trattativa durata [numero] settimane. [nome allenatore] gli ha regalato solo gli ultimi [numero] minuti, preferendo di non forzare troppo la mano. [il difensore/il centrocampista/l’attaccante], acquistato per [numero] milioni dal [nome squadra], ha dato prova di una personalità, ancora deficitaria di una forma fisica adeguata a sostenere anche solo un tempo a ritmi elevati.

Dopo la partita c’è stata l’occasione di scambiare una battuta veloce proprio con il protagonista: «Faccio ancora fatica a trovare il ritmo, ma sto lavorando bene e il mister mi sta dando le prime indicazioni. I miei compagni sono più avanti nella preparazione, ma preso mi metterò a pari». La voglia non manca. E, a chi gli chiede se ha già deciso quale numero ha scelto per la prossima stagione, risponde senza tentennare: «Sono affezionato da sempre al [numero], ma per me non è importante. Parlerò con l’allenatore e i compagni e decideremo insieme. Ora sono concentrato a recuperare la forma e mettermi a disposizione della squadra: il resto verrà dopo».

TEMPLATE 3: L’ intervista

Titolo: [Nome giocatore]: “Felice di essere qui. Ora torniamo a vincere insieme”

conferenza-stampaE’ solo il [numero] [giugno / luglio / agosto], ma il pubblico è quello delle grandi occasioni. Il primo ad entrare nella sala della conferenza stampa è il ds [nome dirigente] che sfoggia un sorriso compiaciuto, di chi torna da caccia con la preda più ambita. La trattativa non è stata delle più facili, ma alla fine [nome squadra] riesce a inserire nella propria rosa [nome giocatore], [numero] anni, [provenienza giocatore], dal [anno] al [squadra che ha venduto il giocatore]. Quattro giorni fa il giocatore ha firmato un contratto [biennale / triennale / quadriennale] e, secondo le prime indiscrezioni, il costo del cartellino è stato di [numero] milioni, per [numero] di euro a stagione. Cifre da top player e la piazza di [città della squadra] si aspetta prestazioni altrettanto all’altezza.

Entra in conferenza stampa e viene illuminato da ondate di flash: i giornalisti accreditati sono più di [numero], sia italiani che esteri. [nome giocatore] sorride, si presta agli scatti volentieri e poi si accomoda tra [nome dirigente] e [nome presidente].

[Nome giocatore], perché hai scelto [nome squadra]?
«E’ stata una decisione semplice, in realtà. Quando una squadra come [nome squadra] è interessata a te, non puoi che essere lusingato. Non avrei mai pensato che fossero interessati a me. Invece è stato così e sono contentissimo di essere qui».

– Quali sono le tue prime impressioni?
«L’accoglienza è stata molto positiva, oltre le mie aspettative. Tutti sono stati gentili con me: il mister, i compagni, i fisioterapisti, i magazzinieri. Mi sono sentito subito a casa, come se fossi qui da anni. Sono davvero contento».

– Hai già avuto modo di parlare con [nome allenatore]?
«Certo, è stata una delle prime persone che ho sentito. Mi ha spiegato il progetto che ha in mente, e ho sentito da subito una bella sintonia con lui. Ho voglia di fare bene, e non vedo l’ora di mettermi subito a disposizione del mister e dei miei compagni».

– E il presidente cosa ti ha detto?
«Lui l’ho sentito solo per telefono. Una persona molto cordiale. E’ stato molto gentile e mi ha dato il benvenuto nel [nome squadra]. Mi ha detto che qui è come essere una grande famiglia e devo dire che ha ragione: si respira proprio un clima molto affiatato».

– Ti è spiaciuto essere venduto da [nome squadra]?
«Ringrazio tutti i miei compagni del [nome squadra]. Insieme abbiamo fatto cose importanti, ma ora ho bisogno di nuovi stimoli e la chimata del [nome squadra] è arrivata proprio nel momento giusto. Avevo bisogno di dimostrare che posso fare ancora cose importanti. Ho girato pagina e ora sono qui, e sono molto contentento».

– Ti senti di fare una promessa ai tifosi?
«Non sono il tipo da promesse. A me piace lavorare sul campo, ogni giorno. I risultati voglio raggiungerli con le prestazioni, non con le parole. A loro dico: darò tutto per la squadra, possono starne certi».

La conferenza finisce così come è cominciata: sorrisi e flash. Questa volta, però, [nome giocatore] tiene in mano la maglia del [nome squadra] numero [numero].

Classe '83. Le cassette prima le ho usate con un Commodore 64 e solo dopo in un Walkman. Connesso dal 1993, senza soluzione di continuità. Interista integralista. Apple addicted. Milanese di nascita. Partenopeo d'adozione. Communication Manager in bSmart Labs e consulente di comunicazione digitale.

Next Article3 idee per usare la nuova funzionalità "Invia messaggio" delle pagine Facebook