Inter – Barcellona: a testa alta, comunque vada!

Conosco solo un modo per aver rispetto di tutti, compagni, tifosi, avversari: vincere.
Ho sognato di vincere da quando ero bambino. Ho sognato di scrivere la storia di questa maglia.
Alcuni sogni muoiono con il tempo: questo no.
Ricordo i miei compagni combattere per una vittoria; insieme a me piangere, soffrire, perdere. Senza mai arrendersi, mai.
Questa è la notte del coraggio, della paura.
Non c’è più tempo per pensare; è tempo di giocare.
I riflettori sono accesi, là fuori mi aspettano.
Sono pronto.

Inter-Milan: in nove a più nove

Fonte: Reuters - Gazzetta.it

Ecco perchè vale la pena vivere serate così. Ecco perchè vale la pena perdere la voce. Ecco perchè quando tutti parlano (a sproposito) è meglio starsene zitti, aspettare e poi gioire. Ecco perchè, quando tutti ti danno per spacciato, è ancora più bello mostrare quanto vali.

In Mou we trust!

jose_mourinhoCome ha fatto a far accettare alla squadra un giocatore come Sneijder appena arrivato, subito in campo, che batte tutte le punizioni e tutti gli angoli? La squadra si fidava di me. Io mi fidavo di Sneijder. Pertanto la squadra si fidava di Snejider.

José MourinhoLa Domenica Sportiva

Inter: Poker a San Siro

Oggi. Domenica. Un giorno uggioso e fresco, come a ricordare che oltre alla ripresa del lavoro ci aspetta anche un cambio di stagione.
Tempo che dovrebbe andare a braccetto con la malinconia, segno cupo di un ritorno alla quotidianità che si era lasciata felicemente da parte durante le vacanze estive, ormai un ricordo lontano.
Giorno che ti spinge a rinchiuderti in casa in cerca di riposo e relax.
E invece no, non è così, almeno per me.
Ho ancora chiare nel cuore le emozioni di ieri sera che mi hanno portato stamattina ad un risveglio senza voce, felice, con il sorriso.
Momenti unici, aspettative rare, che solo un derby ti sa regalare.

4 gol, 3 minuti, 1 video. Grazie Inter.

Nikefootball: la nuova campagna “Fai la differenza”

Nike presenta a ridosso dell’inizio del campionato la nuova campagna pubblicitaria dedicata al calcio: Make the Difference, che accompagnerà tutti i tifosi fino ai mondiali del Sud Africa in programma per la prossima estate.
Il lancio è stato accompagnato anche da un video, che ha aperto questo post, con protagonista Rooney, giocatore del Manchester United.

Sul sito Nikefootball.com è aperto un blog che raccoglierà emozioni ed

make the difference

esperienze lunghe un anno.
La campagna si articola anche sui canali social: su Facebook, ad esempio, sono a disposizione una serie di programmi di allenamento per permettere a tutti quelli che lo desiderano di mettersi alla prova ed essere in grado di “Fare la differenza”. Per scaricare il programma della prima settimana basta collegarsi qui, è disponibile anche la lingua italiana.

Grande impatto anche per i testi che accompagnano la strategia pubblicitaria. Nel post del 21 agosto si leggonono queste frasi:

Scegli tu.

Puoi essere uno come tanti.
Oppure puoi essere il loro peggior incubo.

Il giocatore che decide la partita in un istante

Che si prende con orgoglio
La responsabilità di un rigore al 90°
Che non solo da il sangue alla squadra,
Ma ne diventa il cuore pulsante.

L’unico in grado di trovare il passaggio
Che nessuno prevedeva,
L’unico a trasformare una difesa disperata
Nell’attacco decisivo.

Il giocatore
Che trasforma i dubbi in speranze
E un triste ritorno a casa,
in una festa assordante.

Sarai la più grande preoccupazione
Per i tuoi avversari.

Quello che sperano si infortuni
Nel riscaldamento,
colui che rende sottile
il confine tra odio e rispetto.
L’unico che non può essere fermato,
Solo temuto.

Lascia il segno
Su ogni partita e in tutte le partite.
Oggi. Domani. In allenamento.
La prossima domenica.

Non male, vero?