New Abarth Site: lo Scorpione torna a pungere

Ci sono persone nate per correre. Ci sono persone che nascono con l’adrealina nel sangue. Una di queste era senza dubbio Karl Abarth, un italo-austriaco che ha fatto della velocità la sua ragione di vita. E, guarda caso, ancora una volta il binomio Italia e motori ruggenti è confermato.

Dopo Ferrari, Maserati, Lamborghini (solo per citarne alcuni) anche Abarth si aggiunge alla schiera delle case nostrane dedicate all’alta velocità.
A dire il vero Abarth è specializzata nelle elaborazioni di auto prodotte in larga scala. E così, questa azienda ha legato nel passato il suo nome a marchi come Porsche, Alfa Romeo e Lancia fino a specializzarsi, da un paio di anni a questa parte, nelle produzioni di versioni sportive in esclusiva per la Fiat.

La storia di Abarth, a mio avviso, è sempre stata subordinata alle logiche delle case automobilistiche per cui ha prodotto le elaborazioni, perdendo una sua identità autonoma.
I vertici però hanno deciso di rispolverare il vecchio scorpione e riportarlo ai lustri di una volta.

Per questo motivo sono stati prodotti alcuni video-documentario che ripercorrono la storia del marchio, in parallelo al lancio del nuovo sito-beta, annunciato il 25 maggio 2009.

In anteprima, per tutti voi, il primo filmato della serie “Le storie dello scorpione”:


Classe '83. Le cassette prima le ho usate con un Commodore 64 e solo dopo in un Walkman. Connesso dal 1993, senza soluzione di continuità. Interista integralista. Apple addicted. Milanese di nascita. Partenopeo d'adozione. Communication Manager in bSmart Labs e consulente di comunicazione digitale.

Next ArticleMilano in tilt per pioggia: siamo sicuri che sia pronta per l'Expo?